Con l’apertura dell’Anno della Cultura vocazionale e formativa, anche noi, Juniores e Novizie, abbiamo iniziato un cammino formativo attraverso incontri mensili online.  Ringraziamo per questo la Madre Generale Anna Lucia, il Consiglio e tutto l’équipe di Formazione. Gli incontri sono programmati e animati dalle nostre formatrici: Suor Marcia, formatrice delle juniores e Suor Lenilda, formatrice delle Novizie.

I temi trattati sono molto importanti per la nostra formazione. La tematica riguardante ” Il Sì che cambia tutto”, ci dà la possibilità di riflettere sul nostro Sì che abbiamo detto il giorno che abbiamo incontrato il Signore Gesù, un Sì che ha cambiato e continua a cambiare la nostra vita  di juniores in cammino verso la Professione Perpetua e di Novizie che vivono il percorso formativo con il desiderio e la gioia di consacrare la loro vita al Signore.

Costruire la vita fraterna non è facile ma non impossibile. La vita fraterna é il luogo dove possiamo camminare insieme. Questo camminare insieme ci chiede ogni giorno di cambiare noi stesse, coltivando tre aspetti importanti: Vegliare su noi stesse, Vegliare su Dio e Vegliare sugli altri.

Ognuna è immagine e somiglianza di Dio, ma questo va riscoperto per cogliere la persona con la ricchezza di tutti i suoi doni e di tutte le sue possibili relazioni. La persona è un essere relazionale capace, pertanto, de interloquire con Dio: UN TU DI FRONTE A DIO. Essere immagine di Dio vuol dire anche essere capaci di intercettare le domande di senso, di verità, per riscoprire Dio e la vera dimensione relazionale con gli uomini. La novità del comandamento di Gesù consiste nella motivazione: “Come io ho amato voi, vi comando che vi amiate gli uni gli altri”. Tale amore ha un suo campo di azione: il servizio verso i fratelli.

Siamo una famiglia riunita nel nome del Signore e, per vivere da sorelle,  abbiamo bisogno di Dio, non basta la nostra buona volontà, ci vuole la Grazia e l’amore di Dio come fondamento per vivere autenticamente la relazione fraterna.

Ogni relazione nasce da un dialogo, da un incontro, che non è frutto della nostra iniziativa, ma della volontà di Dio. Ci vuole fede per riconoscere che Dio ha incrociato le nostre storie e solo abbracciando la realtà dell’alterità possiamo scoprire il vero dono della presenza dell’altra.

Come dice la nostra Madrina: “Siate Sante, un cuor solo e un’anima sola”. Le nostre comunità, perché possano formare, dei loro membri, un solo corpo e un solo spirito è necessario che ciascuna alimenti l’amore reciproco mediante:

  • il frequente e religioso ascolto della parola di Dio.
  • la partecipazione viva e attiva al mistero Eucaristico.
  •  la celebrazione del Sacramento della Riconciliazione.
  • l’innovazione dell’unità, che è dono dello Spirito Santo.

Perciò chiediamo al Signore, in questo tempo di Pasqua, di risorgere nei nostri cuori, nelle nostre vite e nelle nostre comunità.

Abbiamo sete di risurrezione.

Abbiamo fame di vita nuova, di quella vita attraversata dalla bellezza e illuminata dalla tenerezza.

Risorgi Signore tra noi e spezza le catene di ogni morte, spalanca le porte di ogni sepolcro, prendici per mano e riconsegnaci alla vita. Amen.

Suor Heidy del Santissimo Sacramento

 

 

Si continuas utilizando este sitio aceptas el uso de cookies. más información

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar