Marianna Donati (nome di Battesimo), nacque a Marradi (Firenze) il 26 ottobre 1848. Affidata alla guida spirituale del padre scolopio Celestino Zini, fondò nel 1889, all’ età di 41 anni, la Congregazione delle “Figlie Povere di S. Giuseppe Calasanzio”, dette “Calasanziane”, con il fine di educare cristianamente le bambine povere e in situazioni di rischi e vulnerabilità. Ha preso, da religiosa, il nome di Giuseppa Celestina della Madre di Dio, perché anche attraverso il suo nome potesse comunicare il messaggio del Calasanzio che lei aveva fatto proprio e che sarebbe stato in lei sempre vivo e presente.

La santità è la vocazione di tutti, perché tutti sono chiamati ad amare ieri, oggi e sempre. Non si hanno dubbi nel pensare che Madre Celestina abbia molto amato, per questo è considerata santa da tante persone che hanno potuto conoscerla e avvicinarsi alla sua vita, alla sua persona e alla sua opera. Madre Celestina ha fondato un Istituto riservato ad amare, a tempo pieno, ogni bambino bisognoso d’amore, perché loro sentendosi amati potessero, senza ostacoli, rispondere all’Amore amando. Per questo disegno Madre Celestina ha speso tutta la sua vita e vuole ardentemente che ciascuna delle sue figlie spirituali, le sue suore, insegua queste orme lasciate da lei che, per prima, aveva scoperto e sperimentato la sublimità di questo dono, di questo carisma, di questa virtù che non avrà mai fine, perché basata nell’Amore che è eterno, infatti l’amore di Madre Celestina ha la sua sorgente inesauribile in Dio: Bisogna sempre confidare in quell’oceano infinito d’amore che è Dio.

Madre Celestina morì a Firenze il 18 marzo 1925. È stata beatificata a Firenze il 30 marzo 2008. Oggi la sua Congregazione, seguendo il suo esempio, con molta umiltà, con grande spirito di fede e con un profondo senso di povertà e affidamento alla Divina Providenza, conduce e guida diverse “Oasi” calasanziane presenti in Italia, Brasile, Romania, Nicaragua e Congo. L’esempio della Madre Celestina e della sua Congregazione ci ricorda come ancora oggi, nel nostro tempo, sia possibile educare al bene, educare come il Calasanzio, unendo pietà e cultura.

In questo momento in cui tutto il mondo soffre a causa dell’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia del coronavirus, chiediamo la sua materna intercessione presso Dio, perché questa e le nuove generazioni dei figli di Dio possano conoscere oggi e sempre la vittoria dell’Amore sul male.

Si continuas utilizando este sitio aceptas el uso de cookies. más información

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar